A chi è rivolto:

  1. Agli Insegnanti Tecnico Pratici e ai Diplomati Magistrali ante 2001/2002;
  2. Ai laureati in Scienze della Formazione Primaria dopo il 2007 ed entro il 2011;
  3. Ai docenti in possesso di una abilitazione conseguita all’Estero riconosciuta dal Miur;
  4. Agli abilitati con il TFA e con il PAS;
  5. Agli abilitati all’estero;
  6. Ai vincitori dei vecchi concorsi prima del 2000;

La nostra associazione promuove i ricorsi al Giudice del Lavoro contro l’esclusione dalle Gae dei docenti abilitati intervenuta in seguito al decreto ministeriale n. 235 del 2014 che aveva disposto l’aggiornamento delle graduatorie ad esaurimento per il personale docente ed educativo della scuola, per il triennio 2014-2017, senza tuttavia prevedere la possibilità di inserimento in tali graduatorie appunto dei docenti abilitati.

L’esclusione riguarda i docenti muniti di un diploma Itp (Insegnanti Tecnico Pratici) e di maturità magistrale conseguito entro l’anno scolastico 2001/2002, i laureati in Scienze della Formazione Primaria del vecchio ordinamento, degli abilitati all’estero e di quelli in possesso di una abilitazione conseguita con il Tfa e il Pas, gli abilitati all’estero con titolo riconosciuto dal Miur e tutti i vincitori dei vecchi concorsi istituiti prima del 2000.

Diverse pronunce dei tribunali ordinari e amministrativi hanno giudicato illegittima tali esclusioni accogliendo diversi decreti cautelari di inserimento con riserva.

Molti di questi sono stati confermati nel merito ed altri sono in procinto di giungere a conclusione.

Si fa presente che chi ha un reddito annuale non superiore a € 34.700,00 non dovrà corrispondere il costo del Contributo Unificato di € 259,00.

Per avere maggiori informazioni potete scriverci a azionescuola2015@gmail.com specificando per quale provincia e quale abilitazione e/o cdc siete interessati a proporre ricorso.