La mancata presentazione del modulo B per la scelta delle scuole, a causa dei numerosi bug di Istanze on Line, comporterà per molti docenti precari l’impossibilità di lavorare dal prossimo mese di settembre. Se dopo il termine del 25 di luglio il Miur non avrà raccolto l’appello a prorogare il termine, bisognerà muoversi diversamente e tutelarsi legalmente. Azione Scuola sta valutando la possibilità di avviare un ricorso collettivo contro il mancato inserimento del modulo per la scelta delle sedi scolastiche. Per questo motivo, se le cose non cambieranno, dalla prossima settimana  sarà possibile partecipare al ricorso che verrà avviato.

Con matematica certezza bisognerà predisporre una domanda cartacea da compilare in duplice copia prima di inoltrarla al Miur di Viale Trastevere.  Inseriremo all’interno del nostro portale le istruzioni da seguire per avviare il ricorso. Vi anticipiamo con tutta certezza che prima occorrerà formalizzare  l’iscrizione alla nostra associazione. Successivamente, dietro esplicita richiesta, verrà inviata una e mail contenente tutte le istruzioni da seguire.
Di sicuro non lasceremo in mezzo al guado tutti i colleghi rimasti esclusi dal sistema telematico del Miur.